Cerca un Servizio

Dal 1° Marzo SPID Obbligatorio per Agenzia delle Entrate e Reddito di Cittadinanza

di Francesca Columbu - 18/02/2021

Segnati questa data: 1° Marzo; è la data in cui lo SPID diventa obbligatorio sia per l’accesso al Portale dell’Agenzia delle Entrate sia per i percettori del Reddito di Cittadinanza (RDC).

Ma quali sono nel dettaglio le novità e come fare per richiedere lo SPID? Lo vediamo in questo articolo.

SPID per Agenzia delle Entrate

Continua il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione in Italia. Con il Decreto Semplificazione e Innovazione digitale (DL n. 76/2020), dal 1° Marzo lo SPID e la Carta d’Identità Elettronica (CIE), insieme alla Carta Nazionale dei Servizi (CNS), diventano le uniche credenziali ammesse per l’accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate. Ciò significa che non sarà più possibile ottenere nuove credenziali di Fisconline (ovvero quelle fornite dall’Agenzia stessa) e quelle ancora in uso potranno essere utilizzate solo fino alla loro naturale scadenza (e comunque non oltre il 30 settembre 2021), perché poi verranno dismesse.

Cosa cambia per Imprese e Professionisti?

Per i professionisti e le imprese le condizioni sono differenti rispetto a quelle del comune cittadino. Infatti queste categorie potranno continuare a richiedere le credenziali Entratel, Fisconline o Sister (rilasciate dall’Agenzia) anche dopo il 1° marzo e fino alla data che verrà poi stabilita con un apposito decreto attuativo, così come previsto dal Codice dell’amministrazione digitale.

Reddito di Cittadinanza

Il Decreto Semplificazioni cambia le condizioni anche per coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza.

Dopo il 28 febbraio, e quindi a partire dal 1° marzo 2021, per accedere a MyAnpal, la piattaforma dove i beneficiari del RDC avrebbero dovuto sottoscrivere il Patto per il Lavoro (richiesto per alcuni componenti del nucleo familiare che beneficia del sussidio) sarà obbligatorio essere in possesso dello Spid. Saranno ammesse, in alternativa, solamente la Carta di Identità Elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi.

Coloro che non sono in possesso di uno dei tre sistemi di autenticazione sopramenzionati non saranno in grado di assolvere agli obblighi previsti per quanti abbiano sottoscritto il Patto per il Lavoro.

Tutti quelli che invece non si erano ancora iscritti a MyAnpal, erano tenuti a utilizzare lo SPID già dall'11 gennaio scorso.

Come richiedere lo SPID Online

Ormai è chiaro che lo SPID è diventato fondamentale per l’accesso ai servizi Online. Dal 1° Ottobre 2020 l’attivazione di un’identità digitale è d’obbligo anche per poter utilizzare i servizi Online dell’INPS: dal congedo maternità e bonus Infanzia alla certificazione ISEE, dal riscatto della laurea alla domanda di pensione. Non solo, lo SPID è utile anche per numerosi altri scopi, come firmare i documenti digitali, e recentemente è necessario anche per la richiesta del Bonus Cashback.

Ottenerlo è molto semplice: su Patronato.com puoi richiederlo rapidamente Online in poco tempo. Non dovrai fare file agli sportelli, infatti il servizio include l’attivazione tramite Video Riconoscimento. Bastano davvero pochi minuti per ottenere la tua Identità digitale!

>> Clicca qui per richiedere lo SPID Online

Dal 1° Marzo SPID Obbligatorio per Agenzia delle Entrate e Reddito di Cittadinanza


Articoli Correlati


PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

aicpa
anagrafe nazionale delle ricerche
ISO 9001-2015
ISO 27001
Tupls
Tupls