Cerca un Servizio

Bonus Inps Estate 2021: quali sono e come richiederli

di Alessandra Caraffa - 09/07/2021

Bonus estivi

A partire dal decreto Cura Italia del Presidente Giuseppe Conte il Governo Italiano ha iniziato ad istituire dei cosiddetti Bonus. Si tratta di misure a favore delle famiglie, dei lavoratori e di alcuni settori produttivi particolarmente colpiti nel corso dell’ultimo biennio dall’epidemia di Covid-19.

Particolare successo, nel 2020, hanno avuto il Bonus Vacanze ed il Bonus Baby Sitter, richiesti rispettivamente da due milioni e da un milione e mezzo di famiglie. Vediamo dunque nel dettaglio quali sono i bonus destinati alle famiglie confermati per il 2021, quali è possibile richiedere questa estate e come ottenerli. 

Assegno unico per i figli: il bonus “ponte”

Dal 1 Luglio al 31 Dicembre 2021 è attiva una misura di sostegno per le famiglie con figli, definita “ponte” e destinata in particolare a tutte le famiglie con figli minori a carico che non percepiscono già assegni familiari. 

L’assegno universale, che si prevede diventerà una misura strutturale a partire dal 1 Gennaio 2022, è anticipato appunto da una sorta di assegno temporaneo, che arriva in sostegno delle famiglie fino alla fine dell’anno.

Riguarda, come accennavamo sopra, le famiglie che non hanno avuto accesso ad altre forme di sussidio familiare, come i disoccupati e i lavoratori autonomi. 

L’assegno unico così definito, almeno fino al 31 Dicembre, è compatibile con il reddito di cittadinanza: l’INPS ha recentemente specificato che ai nuclei precettori del reddito l’assegno temporaneo viene erogato automaticamente “fino a concorrenza dell’importo dell’assegno spettante in ciascuna mensilità”.

Come la maggior parte degli altri bonus nati per fronteggiare l’emergenza Covid-19, l’importo dell’Assegno Unico ponte segue degli scaglioni determinati dal valore ISEE del nucleo familiare:

  • fino a 7.000 euro: spettano 167,5 euro con due figli minori e 217 euro con tre figli minori;
  • con ISEE da 7.000 a 15.000 euro si va dagli 83,30 ai 166 euro mensili per due figli, e dai 108,90 fino ai 216,40 con tre figli minori;
  • con ISEE tra 15.000 e 30.000 euro l’anno l’assegno va da 51,50 a 83,50 euro per due figli, mentre per tre minori si arriva fino a 108,60 euro mensili;
  • con ISEE tra 30.000 e 50.000 euro, si va da un minimo di 30 euro per due figli fino ad un massimo di 67,30 euro per tre figli.

Il 22 Giugno l’INPS ha chiarito che le richieste possono essere presentate entro il 31 Dicembre 2021, e che l'invio della propria domanda è consentito una volta soltanto per ogni figlio.

È possibile richiedere l’Assegno unico per i figli 2021, definito “temporaneo” o “ponte”, attraverso il servizio Online disponibile sul sito di PatronatoClicca qui per tutte le informazioni e per fare domanda in pochi minuti.

Bonus Vacanze 2021: spendibile fino al 2022

Il Bonus vacanze è stato introdotto dal Decreto Rilancio nel 2020, e confermato dal Decreto Sostegni Bis per tutto il 2021 - almeno per chi ne abbia già fatto richiesta entro i termini stabiliti. 

Coloro che hanno infatti ottenuto il Bonus Vacanze entro il 30 Dicembre 2020 - data ultima per inoltrare richiesta tramite l’app IO - possono utilizzarlo sino al 30 Giugno 2022. Non è però prevista alcuna riapertura a nuove richieste.

Ma come funziona il bonus vacanze? Innanzitutto, può essere richiesto una sola volta per ogni nucleo familiare, e può essere usato esclusivamente nelle strutture ricettive che aderiscono all’iniziativa.

Il bonus attribuito, nelle misure che vedremo appena di seguito, può essere speso per l’80% come sconto sul costo del soggiorno, mentre il restante 20% è destinato al cosiddetto credito d’imposta: andrà quindi recuperato inserendolo nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno fiscale 2020.

Il bonus vacanze spetta a tutti i nuclei familiari con un ISEE inferiore ai 40.000 euro l’anno, e l’importo del voucher dipende unicamente dal numero dei componenti della famiglia.

Quali sono gli importi erogabili nel voucher Buono Vacanze?

  • per nuclei familiari composti da una sola persona il bonus è di 150 euro;
  • coppie e nuclei di due persone hanno diritto ad un bonus vacanze di 300 euro;
  • i nuclei familiari composti da più di tre persone possono contare su un voucher di 500 euro.

Come anticipato sopra, il Bonus Vacanze andava richiesto lo scorso anno in forma digitale, tramite l’app IO. Per ottenerlo, dunque, oltre alla certificazione ISEE erano necessari uno smartphone compatibile con Play Store e Apple Store e delle credenziali SPID oppure CIE 3.0.

Bonus Baby Sitter 2021: un sostegno ai genitori lavoratori fino al 30 Giugno

Il Decreto Legge 13 Marzo 2021 prevede, dopo le tante richieste ricevute nel corso del 2020, lo stanziamento di ulteriori 280 milioni di euro per il Bonus Baby Sitter, prolungando di fatto la possibilità di usare il bonus fino al 30 Giugno 2021.

Il bonus baby sitter è uno strumento istituito per fronteggiare l’emergenza da Covid-19, con particolare attenzione alle esigenze di famiglie e bambini in età scolare, che hanno sperimentato nel corso dell’ultimo anno quarantene e didattica a distanza, non sempre potendo contare sulla presenza fisica di almeno un genitore in casa. 

La misura si rivolge in particolare alle famiglie con ragazzi fino a 14 anni, limite che in caso di disabilità del ragazzo decade. 

Si tratta di un Bonus pensato per il corso dell’anno scolastico, a sostegno delle famiglie che - con i figli a casa causa DAD o quarantena - necessitino dell’aiuto di una baby sitter per motivi di lavoro. 

Il bonus baby sitter, che prima copriva fino a 600 euro al mese, oggi viene erogato per un massimo di 100 euro settimanali, tramite il Libretto Famiglia

Per accedere al bonus, è necessario che l’isolamento o le sessioni DAD abbiano avuto luogo tra il 1 Gennaio ed il 30 Giugno 2021.

Le prestazioni svolte nel periodo sopra indicato potranno essere comunicate dal genitore beneficiario sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro il 30 settembre 2021. Per le istruzioni su come accedere al Libretto di Famiglia visita la pagina dedicata. Ti informiamo che, come per tutti i servizi Online dell'INPS, avrai bisogno di un'identità digitale per procedere (SPID, CIE o CNS).

Non hai ancora lo SPID? Richiedilo Online su Patronato.com. Puoi farlo comodamente da casa grazie al Video Riconoscimento: per maggiori dettagli clicca qui.

Bonus Centri Estivi per i dipendenti della Pubblica Amministrazione

Come lo scorso anno, è possibile richiedere un rimborso spese per la frequenza dei centri estivi diurni nei mesi di Giugno, Luglio, Agosto 2021.

Il Bonus Centri Estivi è tutt’altro che una misura universale: spetta infatti soltanto ai figli, orfani o equiparati - tra i 3 e i 14 anni di età - di dipendenti e pensionati della Pubblica Amministrazione.

Il Bonus è erogato in forma di rimborso, nelle misure indicate in base all’ISEE del nucleo familiare:

  • fino a 8000 euro viene rimborsato il 100% della spesa per la frequenza del centro estivo;
  • per ISEE tra 8.001 e 24.000 euro, viene rimborsato il 95% delle spese;
  • con ISEE tra 24.001 e 32.000 euro, il rimborso è del 90%;
  • tra 32.001 e 56.000 euro di ISEE, spetta un rimborso dell’85%;
  • con ISEE oltre i 56.000 euro annui viene rimborsato l’80% della spesa per il centro estivo.

La richiesta va presentata sul sito INPS tramite l’abituale accesso con SPID, CIE o CNS.

Le domande per il Bonus Centri Estivi 2021, però, oltre a riguardare davvero pochi ragazzi, sono state aperte per una finestra temporale piuttosto risicata, dal 26 Maggio al 18 Giugno scorsi. 

Bonus Inps Estate 2021: quali sono e come richiederli


Articoli Correlati




PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

aicpa
anagrafe nazionale delle ricerche
ISO 9001-2015
ISO 27001
Tupls
Tupls