Servizi legali ad imprese e cittadini per la gestione delle pratiche online

Cerca un Servizio

Calendario INPS Marzo 2024: le date di tutti i pagamenti

di Francesca Columbu - 01/03/2024

INPS Marzo 2024

Con l'inizio di marzo vogliamo fare un riepilogo dei singoli pagamenti INPS del mese, partendo dall'Assegno Unico Figli sino ad arrivare alle pensioni.

Assegno Unico Figli

Relativamente all'Assegno Unico Figli, la misura a sostegno delle famiglie con figli fino ai 21 anni, i pagamenti avverranno con queste tempistiche:

  • tra il 18 e il 20 marzo per chi in passato ha già beneficiato dell'Assegno
  • alla fine del mese successivo rispetto a quello di presentazione della domanda per le famiglie che hanno fatto domanda successivamente o per le quali si siano verificati dei cambiamenti

Devi ancora richiedere l'Assegno Unico Figli? Su Patronato.com puoi farlo da casa, senza file agli sportelli.

NOTA BENE (1): Nel 2023 è stata introdotta una maggiorazione per i nuclei vedovili e ora l’assegno unico viene accreditato per 5 anni nel caso in cui uno dei due genitori sia deceduto nell'anno in cui viene riconosciuto il sussidio.

NOTA BENE (2): È importante aggiornare l'ISEE al 2024, altrimenti i beneficiari dell'Assegno Unico possono accedere solo all'importo minimo e non a quello corrispondente alla propria fascia. In alcuni casi sono previste anche maggiorazioni (es. nuclei familiari numerosi, mamme sotto i 21 anni, figli con disabilità etc.).

Vuoi richiedere l'ISEE 2024Fai domanda Online sul sito di Patronato.

Assegno di Inclusione (ex Reddito di Cittadinanza)

Dal 1° gennaio 2024 è stato ufficialmente abolito il Reddito di Cittadinanza, e da allora, sono introdotte due misure sostitutive: l’Assegno di Inclusione e il Supporto per la Formazione e per il Lavoro.

L'Assegno di Inclusione (ADI) è una misura destinata alle famiglie con una situazione economica particolarmente svantaggiata e con un ISEE inferiore a 9.360€.

L’importo massimo annuo è di 6.000€, ma può aumentare in base alla composizione del nucleo familiare e alle necessità abitative. Ecco perché anche in questo caso è fondamentale avere un ISEE aggiornato al nuovo anno, proprio per essere certi che l'importo sia adeguato alla propria fascia.

Per l'Assegno di Inclusione si può fare domanda online sul sito dell'INPS, accessibile tramite identità digitale SPID, CNS o CIE.

Non hai ancora SPID? Attivalo da casa in pochi minuti! Fai richiesta Online su Patronato.com.

La mensilità di marzo verrà consegnata a partire da fine mese, precisamente dal giorno 27; in generale, i pagamenti avverranno sempre dal mese successivo alla firma del Patto di Attivazione Digitale (PAD), previa verifica dei requisiti.

L'importo viene accreditato sulla Carta di inclusione emessa da Poste Italiane, per un periodo massimo di 18 mesi (rinnovabile per altri 12 mesi, con un mese di stop).

Supporto Formazione e Lavoro (SFL)

Altra misura sostitutiva del Reddito di Cittadinanza è il Supporto Formazione e Lavoro (SFL). Si tratta di un'agevolazione destinata ai cosiddetti occupabili (di età compresa tra i 18 e i 59 anni e in possesso di specifici requisiti di cittadinanza, soggiorno, residenza ed economici), pensata per facilitare l’attivazione nel mondo del lavoro di persone a rischio di esclusione sociale tramite la partecipazione a progetti di formazione.

La domanda può essere presentata dal portale Siisl (a cui è possibile accedere con SPID); se approvata, ai richiedenti viene garantito un indennizzo del valore di 350€/mese da parte dell'INPS, per un massimo di 12 mesi.

pagamenti SFL avverranno:

  • dal 27 marzo per coloro che hanno fatto richiesta entro il 15 febbraio e hanno maturato le condizioni alla stessa data
  • dal 15 aprile per chi presenterà la domanda entro fine marzo

Ricarica Carta Acquisti

A marzo è attesa anche la ricarica della Carta Acquisti, la misura a sostegno dei bambini fino a 3 anni o adulti con più di 65 anni, che abbiano un ISEE inferiore a 7.001,37€. La prossima ricarica dovrebbe arrivare entro la prima metà di marzo, con un importodi 80€ (40€ al mese).

È possibile che si verifichino degli imprevisti nell'accredito, quindi se entro la fine di marzo la ricarica non dovesse essere ancora disponibile, ti invitiamo a seguire le indicazioni dell'INPS: chiama il numero verde 803 164 ed un operatore controllerà che i pagamenti della domanda non siano bloccati o sospesi.

Ricordiamo, anche nel caso della Carta Acquisti, che chi vuole ricevere il nuovo accredito deve rinnovare l’ISEE 2024 il prima possibile.

In uno dei nostri articoli passati trovi tutti i dettagli su cos'è e come richiedere la Carta acquisti.

NASpI

Il prossimo pagamento della NASpI (= Indennità mensile di disoccupazione per i subordinati che hanno perso involontariamente il lavoro) e la DIS-COLL è previsto intorno a metà marzo.

Solitamente la NASpI non viene consegnata a tutti nello stesso giorno. La data di accredito può cambiare da persona a persona, in base al momento in cui è stata presentata la domanda.

Vuoi sapere con esattezza quando riceverai la NASpI? Effettua una verifica sul Fascicolo Previdenziale del cittadino, disponibile sul portale Online dell’INPS, nella sezione "Prestazioni e servizi – Fascicolo previdenziale".

NOTA BENE: Per accedere al Fascicolo Previdenziale è necessario essere in possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS. In uno dei nostri articoli troverai indicazioni dettagliate su cos'è e come funziona il Fascicolo.

Cassa Integrazione

Per quanto riguarda la Cassa integrazione in deroga, il Fondo per l’artigianato o altra tipologia (pagata direttamente dall’Inps o dell’Ente bilaterale), sono valide le stesse indicazioni date per la NASpI: per conoscere la data esatta del pagamento è possibile consultare il Fascicolo previdenziale, cliccando su "Prestazioni e pagamenti" (menù a sinistra), o in alternativa una verifica sul proprio conto corrente.

Se i pagamenti non sono visibili a mese inoltrato, si suggerisce di contattare il proprio datore di lavoro per aggiornamenti o effettuare un controllo tramite il servizio online INPS "Consultazione info previdenziali > Ricerca integrazioni salariali". In questo modo si può verificare che l’azienda abbia inserito il singolo come lavoratore in cassa integrazione.

Pensioni

Ultimo punto, ma non per importanza, è quello dedicato al ritiro delle pensioni presso gli sportelli fisici. Le date da tenere a mente sono:

  • Venerdì 1° marzo: cognomi A-C
  • Sabato 2 marzo (solo mattina): cognomi D-K
  • Lunedì 4 marzo: cognomi L-P
  • Martedì 5 marzo: cognomi Q-Z

A partire dal 1° marzo le pensioni sono disponibili anche per chi ritira i contanti presso gli sportelli Poste Italiane ATM, e sui conti correnti di chi ha un conto corrente postale, un libretto di risparmio o una Postepay evolution.

Ricordiamo infine che l'INPS dispone di un servizio online dedicato alla verifica del proprio cedolino della pensione, a cui è possibile accedere tramite SPID.

Calendario INPS Marzo 2024: le date di tutti i pagamenti


Articoli Correlati