Cerca un Servizio

Calendario INPS Luglio 2022: quali sono le date dei pagamenti

di Francesca Columbu - 01/07/2022

Calendario Luglio

Diamo il benvenuto al mese di Luglio con il riepilogo dei pagamenti INPS previsti da qua alle prossime settimane, e lo facciamo a partire dal nuovo Bonus 200 Euro fino ad arrivare alle pensioni, incentrandoci su tutte le principali misure di sostegno al reddito.

Bonus 200 Euro

Visti gli ultimi aumenti dei prezzi di gas, luce, benzina, beni primari, il Governo ha introdotto un bonus del valore di 200 euro che sia di supporto per le famiglie e i lavoratori italiani. Si tratta di un indennizzo destinato a diverse categorie di persone, per ognuna delle quali sono differenti sia le modalità di richiesta che quelle di erogazione. Infatti c'è chi lo prenderà senza dover fare domanda, chi deve richiederlo tramite INPS, chi deve presentare un modulo. Di questo abbiamo parlato più approfonditamente nel nostro ultimo articolo.

Per quanto riguarda il periodo dei pagamenti, questi partono dal mese di luglio e termineranno ad ottobre. In particolare, il bonus viene accreditato sullo stipendio di giugno (ma nella retribuzione di luglio) ai lavoratori che hanno rapporti particolari (come i lavoratori con part time ciclico). Nel mese di luglio riceveranno l'importo anche i lavoratori dipendenti, i lavoratori domestici, i titolari di trattamenti pensionistici e i percettori del Reddito di Cittadinanza. Dovranno invece aspettare fino ad ottobre i disoccupati e gli stagionali.

Assegno Unico Figli 2022

L'Assegno Unico Figli 2022, ovvero l'indennizzo a supporto della genitorialità e per la promozione dell'occupazione (per famiglie con figli fino ai 21 anni), viene erogato alla fine del mese successivo rispetto a quello di presentazione della domanda. Di conseguenza, se si fa domanda adesso, il primo pagamento arriverà a fine agosto.

Coloro che hanno fatto richiesta entro giugno 2022 avranno diritto anche alle mensilità arretrate, da marzo in poi.

Vuoi presentare la domanda per l'Assegno Unico Figli 2022? Puoi farlo da casa, senza file agli sportelli.

NOTA BENE: Anche se non è un requisito imprescindibile, va precisato che - senza la presentazione dell'ISEE - si avrà accesso solo all'importo minimo previsto (ovvero 50 euro). Invece un ISEE aggiornato consentirà di ottenere importi più elevati, in base alla propria fascia (sino a 175 euro, con possibilità di avere maggiorazioni in alcuni casi specifici: nuclei familiari numerosi, mamme sotto i 21 anni, figli disabili etc.).

Devi ancora richiedere l'ISEE 2022Su Patronato.com puoi fare domanda Online.

Reddito di Cittadinanza (RDC) e Pensione di Cittadinanza

Sia il Reddito sia la Pensione di Cittadinanza continuano a seguire un calendario fisso per quanto concerne i pagamenti. Il 15 e il 27 sono infatti le date di riferimento ormai abituali, in particolare:

15 luglio: da questo giorno i neobeneficiari hanno la possibilità di ritirare presso gli sportelli di Poste Italiane la nuova carta RDC, con la ricarica del mese

27 luglio: data a partire dalla quale viene consegnata la nuova mensilità a chi già riceveva l'indennizzo nei mesi precedenti

NOTA BENE (1): Dal momento che il 31 gennaio è scaduto il termine per richiedere l'aggiornamento dell'ISEE (richiesto alle persone che già ricevevano il Reddito di Cittadinanza), coloro che non hanno provveduto al rinnovo ISEE entro quella data si sono viste bloccare l'erogazione del RDC. Dunque è fondamentale aggiornare il proprio ISEE il prima possibile, pena il mancato pagamento del RDC.

NOTA BENE (2): Il Reddito di Cittadinanza viene erogato continuativamente per un massimo di 18 mesi e successivamente bisogna fare una nuova richiesta. Una volta fatta la domanda, è sempre previsto un mese di stop nei pagamenti. A quel punto, se si avranno ancora i requisiti, si tornerà a percepire il sussidio dal mese successivo (quindi chi fa richiesta adesso riceverà la prima rata da agosto e non da luglio). Per la Pensione di cittadinanza invece il rinnovo è automatico e non è necessario fare una nuova domanda.

Vuoi richiedere il Reddito di Cittadinanza? Su Patronato.com puoi farlo Online.

Scegli se presentare un'unica domanda per l’ottenimento del nuovo ISEE più richiesta del RDC oppure, se sei già in possesso di un ISEE aggiornato, puoi richiedere il solo Reddito di cittadinanza. Nei seguenti link trovi tutti i dettagli:

Richiedi Reddito di Cittadinanza con ISEE

Richiedi il Reddito di Cittadinanza senza ISEE

NASpI

Per l'accredito della NASpi, o Indennità mensile di disoccupazione (destinata ai subordinati che hanno perso involontariamente il lavoro) non esiste una data prestabilita ma questa può cambiare in base al giorno di presentazione della domanda. Tuttavia c'è un periodo di riferimento da tenere in considerazione, ed è quello intorno al 10 del mese: si parla quindi orientativamente del 10 luglio.

Per sapere con esattezza il giorno del pagamento, ti invitiamo ad effettuare una verifica sul Fascicolo Previdenziale del cittadino, disponibile sul portale Online dell’INPS, all'interno della sezione "Prestazioni e servizi – Fascicolo previdenziale".

ATTENZIONE: Ricorda che per accedere al Fascicolo Previdenziale è necessario essere in possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS.

Se devi ancora attivare SPIDpuoi fare richiesta Online su Patronato.com.

Cassa Integrazione

Per i lavoratori che percepiscono la Cassa integrazione in deroga, del Fondo per l’artigianato o di altra tipologia (pagata direttamente dall’Inps o dell’Ente bilaterale), valgono più o meno le stesse indicazioni date per la NASpI: il giorno del pagamento infatti varia per ogni persona, per cui suggeriamo o di verificare le date di disponibilità sul Fascicolo previdenziale, cliccando su "Prestazioni e pagamenti" (menù a sinistra), oppure di fare un controllo sul proprio conto corrente. 

Nell'eventualità in cui a mese inoltrato non dovessero essere ancora visibili i pagamenti, si suggerisce di chiedere aggiornamenti al datore di lavoro o, in alternativa, effettuare una verifica attraverso il servizio online Inps "Consultazione info previdenziali > Ricerca integrazioni salariali". Sarà così possibile vedere se l’azienda ha correttamente inserito il singolo come lavoratore in cassa integrazione.

Bonus Irpef

Dal 23 luglio ci si deve aspettare anche l'erogazione del Bonus Irpef (ex Bonus Renzi), del valore di 100 euro/mese.

Si tratta di un bonus che spetta ai lavoratori dipendenti e assimilati (privati e pubblici), i disoccupati titolari di NASpI e coloro che già ricevono altre prestazioni economiche a sostegno del reddito (es. l’indennità di maternità, cassa integrazione).

ATTENZIONE: Dal 1° gennaio 2022 sono cambiate le condizioni per ricevere il Bonus Irpef: mentre prima i 100 euro erano destinati a chi aveva un reddito da lavoro dipendente o assimilato fino a 28.000 euro/anno, adesso la soglia si è abbassata a 15.000 euro.

Pensioni e Quattordicesima

Già da diversi mesi, per quanto riguarda il pagamento delle pensioni agli sportelli, si è tornati alla situazione pre-pandemica. Infatti adesso l'importo viene consegnato nella prima settimana del mese e non più con una settimana di anticipo. Ecco il calendario di questo mese, che segue un ordine alfabetico:

  • Venerdì 1° luglio: cognomi A-B
  • Sabato 2 luglio (mattina): cognomi C-D
  • Lunedì 4 luglio: cognomi E-K
  • Martedì 5 luglio: cognomi L-O
  • Mercoledì 6 luglio: cognomi P-R
  • Giovedì 7 luglio: cognomi S-Z

Dal 1° luglio vengono accreditate anche le pensioni sui conti correnti, per chi ha un conto corrente postale, un libretto di risparmio o una Postepay evolution, oltre che per i pensionati che ritirano i contanti presso gli sportelli Poste Italiane ATM.

Ma non è finita qui. Infatti questo mese è in programma anche l'erogazione della quattordicesima, ovvero la somma aggiuntiva che l'INPS consegna a luglio o a dicembre di ogni anno ai pensionati di almeno 64 anni (compiuti entro luglio) che percepiscono redditi compresi tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo.

Quest'anno in particolare il reddito personale (non conta quello del coniuge) non dovrà superare i 13.633,11 euro (circa 1.050 euro lordi al mese) e l'importo corrisposto va dai 336 ai 655 euro, a seconda della fascia di reddito.

Chi compirà i 64 anni nel secondo semestre del 2022, se rispetta gli altri requisiti, riceverà la quattordicesima a dicembre.

Calendario INPS Luglio 2022: quali sono le date dei pagamenti


Articoli Correlati




PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

  • aicpa
  • anagrafe nazionale delle ricerche
  • ISO 9001-2015
  • ISO 27001
  • Tupls