Servizi legali ad imprese e cittadini per la gestione delle pratiche online

Cerca un Servizio

Carta Dedicata a Te: come funziona e requisiti

di Alessandra Caraffa - 01/07/2024

Carta Dedicata a Te

La nuova carta Dedicata a Te sarà disponibile a partire da settembre 2024: la social card destinata alle famiglie con ISEE basso avrà un valore di 500 euro e potrà essere usata per acquistare beni alimentari, carburanti e abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Carta Dedicata a Te: ultime notizie

Si è svolta lo scorso 6 giugno la conferenza stampa di presentazione della social card Dedicata a Te, la carta elettronica di pagamento destinata alle famiglie con ISEE basso per l’acquisto di beni alimentari. 

Dopo un anno di sperimentazione, la carta spesa è stata rinnovata con una dotazione di 676 milioni di euro: a seguito a questo nuovo stanziamento di risorse, il numero di famiglie beneficiarie passerà da 1,2 a 1,3 milioni. Cambia anche l’importo della carta Dedicata a Te, che passa da 459 a 500 euro.

La carta prepagata, che sarà disponibile dal prossimo 1 settembre, potrà essere utilizzata per acquistare beni alimentari di prima necessità (con l’esclusione di tutte le bevande alcoliche), carburanti e abbonamenti al trasporto pubblico locale. 

Non ci sono novità invece per quanto concerne la possibilità di una ricarica della carta Dedicata a Te: ci si aspettava infatti che fosse previsto un meccanismo di rinnovo per i vecchi beneficiari della misura, ma nel decreto attuativo non si fa cenno alla questione, e neanche la conferenza stampa di presentazione ha fatto chiarezza su questo punto. Possiamo quindi aspettarci che la lista dei beneficiari sarà stilata ex novo, senza grosse differenze tra vecchi e nuovi titolari.

Carta Dedicata a Te 2024: quando arriva?

La nuova carta Dedicata a Te sarà disponibile a partire dal 1 settembre 2024. All’inizio di luglio (comunque entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto, che porta la data del 6 giugno 2024), l’INPS renderà disponibili ai Comuni gli elenchi dei beneficiari.

I Comuni, poi, avranno 20 giorni di tempo per consolidare gli elenchi. Scaduto questo termine, l’INPS renderà definitivi gli elenchi e li trasmetterà a Poste Italiane per l’erogazione delle carte. Infine i singoli Comuni comunicheranno ai beneficiari l’assegnazione del beneficio e le modalità di prenotazione per il ritiro.

Come si legge nel decreto attuativo, le carte vanno ritirate presso gli uffici postali e “non sono fruibili, con decadenza dal beneficio, se non viene effettuato il primo pagamento entro il 16 dicembre 2024”. La somma accreditata, inoltre, deve essere interamente utilizzata entro e non oltre il 28 febbraio 2025.

Carta Dedicata a Te: i requisiti

I beneficiari della carta Dedicata a Te sono individuati tra i cittadini italiani appartenenti ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione di tutti i membri all’Anagrafe della popolazione residente;
  • certificazione ISEE in corso di validità con indicatore non superiore a 15.000 euro.

Nella definizione delle liste dei beneficiari, si terrà conto anche della numerosità del nucleo familiare e della presenza di minori. Avranno la priorità, in ordine decrescente:

  • i nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2010;
  • i nuclei familiari, composti da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2006;
  • i nuclei familiari composti da non meno di tre componenti, priorità è data ai nuclei con indicatore ISEE più basso.

A parità di condizioni, le risorse verranno attribuite alle famiglie con indicatore ISEE più basso. 

Sono esclusi dai destinatari della carta Dedicata a Te i nuclei beneficiari di assegno di inclusione, carta acquisti o qualsiasi altra misura di inclusione sociale o contrasto alla povertà che preveda l’erogazione di un sussidio economico, come anche i nuclei in cui anche un solo componente risulta percettore di NASPI, disoccupazione, cassa integrazione o altre forme di integrazione salariale erogata dallo Stato.

Come si richiede Dedicata a Te?

La carta Dedicata a Te non va richiesta. Sarà il Comune a individuare i beneficiari, in base ai parametri indicati dalla Legge, tra i cittadini iscritti all’Anagrafe in possesso di una certificazione ISEE in corso di validità.

I nuovi titolari della misura saranno contattati dagli uffici comunali per ricevere tutte le indicazioni necessarie al ritiro della carta prepagata. Non resta quindi che aspettare la comunicazione del Comune. Nel frattempo, se si vuole essere certi di avere una possibilità di ricevere la card, l’unica cosa da fare è assicurarsi che tutti i membri della famiglia siano iscritti all’Anagrafe e che il nucleo familiare disponga di una certificazione ISEE in corso di validità.

 

Devi richiedere l'ISEE 2024?

Fai domanda Online su Patronato.com,

comodamente da casa

RICHIEDI ISEE ONLINE

Carta Dedicata a Te: a chi spetta e quando arriva


Articoli Correlati