Cerca un Servizio

Calendario INPS Aprile 2021: quando avverranno i pagamenti

di Francesca Columbu - 06/04/2021

Calendario Aprile

Con l’inizio di Aprile è arrivato anche il momento di fare il resoconto dei pagamenti previsti dall’INPS in queste settimane.

Sono diversi i nuovi bonus in programma in seguito all’emanazione del Decreto Sostegni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 22 Marzo 2021, che si aggiungono naturalmente a quelli già esistenti.

Vediamo quindi i dettagli di tutti i pagamenti previsti per questo mese.

Pensioni INPS

Come di consueto, partiamo con le pensioni INPS. Ogni fine mese, ormai da diverso tempo, l’Ente previdenziale eroga i pagamenti relativi al mese successivo con qualche giorno di anticipo rispetto a quanto era solita fare prima dell’emergenza Covid. Questo vale per tutti gli anziani che ritirano fisicamente la pensione presso gli sportelli di Poste Italiane, per evitare possibili assembramenti.

Di seguito il calendario dei pagamenti di maggio, che verranno erogati l’ultima settimana di aprile, in giorni diversi in base all’ordine alfabetico:

  • Cognomi dalla A alla B: lunedì 26 aprile
  • Cognomi dalla C alla D: martedì 27 aprile
  • Cognomi dalla E alla K: mercoledì 28 aprile
  • Cognomi dalla L alla O: giovedì 29 aprile
  • Cognomi dalla P alla R: venerdì 30 aprile
  • Cognomi dalla S alla Z: sabato 1° maggio

Nota bene: il 1° maggio gli sportelli saranno aperti solo di mattina.

Reddito di Cittadinanza (RDC)

Per il Reddito di Cittadinanza, ovvero la misura economica destinata ai nuclei familiari in difficoltà, anche questo mese bisogna tenere in considerazione due date per i pagamenti: 15 aprile nel caso in cui la domanda sia stata fatta nel mese corrente e 27 aprile per tutte le richieste già pervenute e approvate nei mesi precedenti.

Ricordiamo che il reddito di cittadinanza può essere richiesto per 18 mesi consecutivi e, una volta terminato questo periodo, è necessario rinnovare la domanda, se si rispettano ancora i requisiti. La nuova richiesta del RDC determina la sospensione di un mese del reddito stesso, per cui se la domanda viene fatta ad aprile la prima mensilità verrà corrisposta nel mese successivo, in questo caso a maggio.

Ti segnaliamo che è possibile richiedere il Reddito di Cittadinanza Online su Patronato.com. Puoi procedere con un'unica domanda per l’ottenimento dell'ISEE aggiornato e la richiesta del RDC o in alternativa, se già sei in possesso di un ISEE aggiornato, puoi richiedere unicamente il Reddito di cittadinanza. Nei link qui sotto trovi tutti i dettagli:

Richiedi Reddito di Cittadinanza con ISEE

Richiedi solamente il Reddito di Cittadinanza

Reddito di Emergenza (REM)

Tra le misure del Decreto Sostegni è incluso il rinnovo del Reddito di Emergenza (REM), relativo ai mesi di marzo, aprile e maggio.

Gli importi rimangono inalterati rispetto al passato (si parla di un minimo di 400 euro e un massimo di 840 euro) e i requisiti restano gli stessi, fatta eccezione per due modifiche:

  • per i nuclei familiari che vivono in affitto (fermo restando l'ammontare del beneficio) il limite del reddito familiare è aumentato di un dodicesimo del valore annuo del canone di locazione, come dichiarato ai fini ISEE;
  • questa volta sono inclusi i disoccupati ai quali sono scadute le misure di sostegno al reddito, come la disoccupazione.

Le domande possono essere inviate fino al 31 maggio e per i pagamenti bisognerà attendere fino a metà maggio. Puoi fare richiesta del REM in pochi minuti attraverso il servizio disponibile su Patronato.com: clicca qui per saperne di più.

Naspi

La NASPI (l’indennità mensile di disoccupazione) relativa a marzo 2021 verrà erogata direttamente dall’INPS entro il 15 aprile. Stesse tempistiche anche per la DIS-COLL, che invece viene riconosciuta per gli eventi di disoccupazione involontaria per i soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS (ad esempio collaboratori coordinati e continuativi, assegni di ricerca e dottorandi).

Bisogna tener conto del fatto che la data di erogazione non è uguale per tutti ma cambia in base alla singola persona; ti consigliamo quindi, per verificare il tuo caso, di controllare lo stato dei pagamenti sul portale Online dell’INPS, all’interno della sezione "Prestazioni e servizi – Fascicolo previdenziale". Per accedere bisogna essere in possesso delle credenziali SPID, CIE o CNS. Se non hai ancora lo SPID, su Patronato.com puoi richiederlo in pochi minuti e comodamente da casa, grazie alla procedura di Video Riconoscimento. Qui trovi tutti i dettagli.

Inoltre, va sottolineato che dal prossimo 23 aprile è previsto un trattamento integrativo pari a 1.200,00 euro annui per i percettori di NASPI con un reddito non superiore a 28 mila euro. Questa  misura, riconosciuta sotto forma di credito d’imposta, ha sostituito dal 1° luglio 2020 l’ex “Bonus Renzi” di 80 euro mensili.

Non è tutto. Ci sono poi importanti novità per le nuove richieste NASPI 2021: con il nuovo Decreto cambiano alcuni dei requisiti richiesti per poter ottenere l'indennità in questione. In particolare, a tutte le richieste pervenute tra l’entrata in vigore del nuovo Decreto (22 Marzo 2021) e il 31 dicembre 2021 non verrà più applicata la condizione delle 30 giornate di lavoro effettivo nel 12 mesi precedenti il periodo di disoccupazione. Infine, cambiano anche le modalità di erogazione, perché la NASPI verrà trasformata in tre mensilità REM da 400 euro, per un totale di 1.200 euro. A poterne beneficiare saranno tutte le persone alle quali la Naspi e la DIS-COLL siano scadute tra il 1° luglio e il 28 febbraio 2021.

Bonus Bebè

Intorno al 20 aprile è prevista l’erogazione del Bonus Bebè, predisposto per i figli nati, adottati o in affido preadottivo, fino al compimento del primo anno di età. L’importo cambia a seconda del proprio ISEE e può variare dagli 80 ai 160 euro mensili.

Anche nel caso del Bonus Bebè è possibile fare richiesta attraverso il nostro servizio attivo su Patronato.com, disponibile a questo link.

Indennità Covid

All’interno del Decreto Sostegni è incluso un bonus di 2.400 euro (conosciuto come Indennità Covid o Bonus Stagionali) a copertura dei primi tre mesi del 2021, destinato ai lavoratori stagionali e del turismo, tra cui gli operatori di centri termali.

L’indennità verrà erogata in automatico a partire dall'8 aprile a coloro che ne avevano già usufruito in passato, mentre i nuovi beneficiari dovranno fare richiesta entro il 31 maggio 2021. Per inoltrare la domanda Online puoi utilizzare il servizio attivo sul sito di Patronato: per tutte le informazioni clicca qui.

Bonus Sportivi

Nuovi pagamenti in arrivo anche per coloro che hanno diritto al Bonus Sportivi: si tratta di un’indennità di 3 mesi (gennaio, febbraio e marzo), il cui importo - che va da un minimo di 1.200 euro a un massimo di 3.600 euro - viene calcolato in base ai compensi incassati nel 2019.

Si occuperà della gestione delle domande e dell’erogazione del bonus la società Sport e Salute Spa. I collaboratori sportivi che avevano già beneficiato dell’indennizzo in passato potranno semplicemente confermare, attraverso la piattaforma informatica predisposta, che la loro attività è cessata, ridotta o sospesa a causa del Covid-19. Se non ricevono già altri indennizzi (ad esempio il Reddito di Cittadinanza, il REM, il reddito da lavoro autonomo/dipendente o altre prestazioni), il pagamento avverrà poi in automatico.

Le persone interessate riceveranno presto un’email per l’accesso alla piattaforma; questa comunicazione non verrà inviata invece a coloro per i quali si sono riscontrate incoerenze con i dati comunicati dall’INPS.

Chi in passato non aveva già usufruito di questo bonus, sarà tenuto ad inoltrare la domanda seguendo la procedura indicata sul sito Sport e Salute entro il 15 aprile.


PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

aicpa
anagrafe nazionale delle ricerche
ISO 9001-2015
ISO 27001
Tupls
Tupls