Cerca un Servizio

Riscatto periodi assicurativi

Il riscatto consente al lavoratore di ottenere, a proprie spese, il riconoscimento contributivo per periodi provvidenzialmente scoperti. Da tener presente che le somme versate  agli enti previdenziali sono deducibili dal reddito, cioè il lavoratore può recuperare parte dell'onere sostenuto. Grazie al decreto sulla armonizzazione dei regimi previdenziali il riscatto è ammesso anche per i dipendenti pubblici e per altre categorie in precedenza escluse. Esaminiamo in dettaglio le diverse possibilità di riscatto.

Il riscatto della laurea. È la forma di riscatto più diffusa che consente il recupero del corso legale degli studi universitari a condizione che risulti conseguito il diploma. Il riscatto può essere anche parziale, cioè può riguardare singoli anni del corso di studi. La laurea conseguita all'estero può essere riscattata solo se riconosciuta dall'università  italiana o abbia valore legale nel nostro ordinamento. In questi casi il riscatto vale nei limiti della durata legale del corrispondente corso di laurea in Italia o, se inferiore, a quello estero. Il decreto legislativo n. 184/2007 ha esteso la possibilità del riscatto per gli anni di studio relativi: - al diploma universitario conseguito dopo un corso di durata non inferiore a due e non superiore a tre anni ("laurea breve"), - al diploma di laurea conseguito dopo un corso di durata non inferiore a quattro e non superiore a se anni; - al diploma di specializzazione, conseguito dopo la laurea non inferiore a quattro e non superiore a sei anni; - al dottorato di ricerca. Il riscatto della laurea può essere esercitato anche da soggetti non iscritti ad alcuna forma obbligatoria, che non abbiano iniziato l'attività lavorativa. In assenza di una retribuzione o reddito, l'onere del riscatto, da versare all'Inps, per ogni anno, è rapportato al minimale di reddito stabilito per gli iscritti alla gestione commercianti (14.927 euro nel 2012), moltiplicato per l'aliquota vigente prevista per i lavoratori dipendenti (attualmente pari al 33%).

Pur non essendo soggetta ad alcun termine è consigliabile presentare la domanda di riscatto con un certo anticipo tenuto conto che l'onere è tanto più elevato quanto più alta è la retribuzione percepita alla data di presentazione della domanda. La domanda di riscatto dovrà essere corredata da un certificato dell'università attestante l'avvenuto conseguimento del diploma, gli anni accademici in cui risulti svolto il corso, nonché gli anni svolti come "fuori corso".

Il recupero dei buchi assicurativi

Trascorsi 10 anni per recuperare scoperture assicurative è possibile pervenire alla regolarizzazione della posizione assicurativa con il riscatto presentando all'ente previdenziale apposita domanda corredata da idonea documentazione di data certa attestante l'esistenza e la durata del rapporto di lavoro con la indicazione della qualifica rivestita  e, se possibile, la retribuzione percepita. Non sono ammesse le dichiarazioni rese "ora per allora".

Lavoro all'estero

Se un lavoratore ha prestato attività anche in un Paese convenzionato con l'Italia (Paese dell'Unione Europea, Usa, Svizzera, Argentina, Brasile, ecc.), in materia di sicurezza sociale, può utilizzare, ai fini pensionistici, i vari periodi di lavoro svolti in più Stati, pervenendo così ad una anzianità contributiva complessiva che consente di acquisire il diritto alla pensione e riscuotendo da ciascun Paese la quota di pensione spettante in base al periodo lavorativo svolto. Se invece risulta di avere svolto l'attività lavorativa in un Paese non convenzionato con l'Italia, è possibile recuperare tali periodi, in termini previdenziali, ricorrendo al riscatto a condizione che il soggetto, alla data della domanda, risulti in possesso della cittadinanza italiana. La domanda deve essere corredata da idonea documentazione attestante l'esistenza e la durata del rapporto di lavoro avvalorata da dichiarazioni di autorità consolari italiane o di pubbliche amministrazioni straniere preposte all'immigrazione.
Altri casi di riscatto. Possono essere oggetto di riscatto: 1) i periodi di assistenza di figlio o familiari portatori di handicap, a condizione che il soggetto possa far valere almeno cinque anni di autorizzazione acquisita in base ad una effettiva attività lavorativa. La copertura assicurativa, con il riscatto non può superare i cinque anni (riforma Amato del 1993); 2) i periodi di corsi di formazione professionale; i periodi di interruzione o sospensione del rapporto di lavoro per un massimo di tre anni, non coperti da contribuzione figurativa o volontaria; i periodi di lavoro discontinuo, saltuario, precario e stagionale; i periodi di lavoro part-time orizzontale, verticale o ciclico (riforma Dini del 1995).

L'onere del riscatto

Il costo del riscatto prevede l'applicazione del sistema di calcolo retributivo nei confronti di coloro che potevano far valere almeno 18 anni di contribuzione alla data del 31 dicembre 1995. In caso di lavoratore con una anzianità inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995 che riscatta un periodo anteriore al 1° gennaio 1996, se, sommando i due tipi di contribuzione risultano raggiunti i 18 anni, il riscatto sarà determinato con il sistema di calcolo retributivo. Se un lavoratore, assunto dopo l'anno 1995, l'onere del riscatto sarà determinato con il sistema di calcolo retributivo. Se, invece il periodo risulta calcolato in parte prima ed in parte dopo il 1° gennaio 1996, l'onere del riscatto sarà calcolato con il sistema retributivo fino al 31 dicembre 1995 e con quello contributivo per il periodo successivo. Se il riscatto riguarda un periodo successivo al 31 dicembre 1995, l'onere sarà calcolato con il sistema contributivo. L'onere del riscatto con il sistema di calcolo retributivo consiste con il versamento di una somma definita "riserva matematica" che copre il maggior onere nel calcolo della pensione. Il calcolo della riserva matematica tiene conto del sesso, dell'età e della retribuzione alla data della domanda.

L'onere del riscatto con il sistema di calcolo contributivo si determina applicando alla retribuzione l'aliquota contributiva vigente al momento della presentazione della relativa domanda (per i lavoratori dipendenti tale aliquota è del 33%). Il pagamento dell'onere del riscatto deve essere effettuato entro 60 giorni dalla data di comunicazione da parte dell'ente previdenziale. Oltre che in unica soluzione il pagamento della somma può essere effettuato in un numero massimo di 60 rate mensili con la maggiorazione del tasso di interesse legale (2,50% per l'anno 2012). Per il riscatto della laurea, invece, è consentito il pagamento fino ad un massimo di 120 rate, senza aggravio di interessi: l'onere del riscatto è detraibile fiscalmente dal reddito.

Servizio non disponibile

Il servizio non è ancora disponibile su Patronato.com. Lasciate i vostri dati e sarete ricontattati quando sarà attivato.

Dati anagrafici

Nome
Cognome
Data di nascita
Sesso
Stato civile
Nazionalità
Comune di nascita
Codice Fiscale
Email
Prefisso cellulare
Cellulare

Indirizzo di residenza

Residenza
Comune di residenza
Frazione
CAP
Denominazione
Indirizzo
Civico

Condividi sui social network:

Servizi simili

NASpI - Indennità mensile di disoccupazione

La NASpI è l’indennità mensile di disoccupazione erogata su domanda dell’interessato in relazione ad eventi di disoccupazione involontaria

Approfondisci

Presentazione Modello RED

Il Modello RED è la dichiarazione che deve essere presentata annualmente dai pensionati che usufruiscono di prestazioni legate al reddito.

Approfondisci

Presentazione Dichiarazione INVCIV

INVCIV (ICRIC, ICLAV, ACCAS) è la dichiarazione annuale obbligatoria per gli invalidi civili e i titolari di assegno o pensione sociale

Approfondisci

SPID

La soluzione che ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità...

Approfondisci

OBIS/M

L'OBIS M è il documento dove è possibile rilevare l'importo della pensione in pagamento ogni mese con le relative trattenute fiscali e sindacali.

Approfondisci

Richiesta ANF Assegno per il nucleo familiare

L'ANF è una forma di sostegno al reddito per quelle famiglie di lavoratori o pensionati da lavoro dipendente, i cui redditi sono inferiori a quelli...

Approfondisci

Pensione di vecchiaia

È una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi, iscritti all’assicurazione generale obbligatoria...

Approfondisci

Estratto Contributivo

L'estratto contributivo è il documento che elenca tutti i contributi (figurativi e da riscatto) versati all'INPS in favore del lavoratore

Approfondisci

CUD Pensionati

La Certificazione Unica è il documento del’INPS che certifica gli emolumenti corrisposti nell’anno d’imposta di riferimento al pensionato.

Approfondisci

Pensione di inabilità

La pensione di inabilità è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei lavoratori per i quali viene accertata l’assoluta e...

Approfondisci

Assegno di invalidità

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore di coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a...

Approfondisci

Rinnovo assegno invalidità

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore di coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a...

Approfondisci

Pensione ai superstiti

Pensione ai superstiti indiretta e di reversibilità I familiari superstiti, in caso di morte dell'assicurato o pensionato iscritto presso una delle...

Approfondisci

Pensioni supplementari

La pensione supplementare è una prestazione economica liquidata, a domanda, al lavoratore che può far valere contribuzione accreditata...

Approfondisci

Ricostituzione pensione per contributi pregressi

La ricostituzione della pensione consiste in una variazione dell’importo della pensione determinata dall’accreditamento di contribuzione versata...

Approfondisci

Indennità una tantum ai superstiti

L’una tantum è una indennità concessa al superstite dell’assicurato deceduto senza aver perfezionato i requisiti di assicurazione e di...

Approfondisci

Assegno Mensile accompagnamento inabilità l.222/84

L’assegno mensile è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti ai quali sia riconosciuta una riduzione della capacità...

Approfondisci

Assegno sociale

L'assegno sociale è una prestazione economica, erogata a domanda, dedicata ai cittadini italiani e stranieri in condizioni economiche disagiate e...

Approfondisci

Estratto contributivo internazionale

È l’elenco dei contributi che risultano registrati negli archivi dell'Inps a favore del lavoratore fin dall'apertura della sua posizione...

Approfondisci

Assegno o pensione invalidità civile

L’assegno mensile è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti ai quali sia riconosciuta una riduzione della capacità...

Approfondisci

Pensione Ciechi Civili Assoluti

La pensione è rivolta ai maggiorenni ciechi assoluti in difficoltà economica con un reddito non superiore alle soglie previste annualmente dalla...

Approfondisci

Pensione sordomuti

È una pensione assistenziale rivolta ai sordi in difficoltà economica con un reddito non superiore alle soglie previste annualmente dalla legge.

Approfondisci

Indennità di maternità alle lavoratrici autonome

Alla lavoratrice e al lavoratore autonomo spetta un'indennità economica durante i periodi di tutela della maternità/paternità.

Approfondisci

Cambio Coordinate di Accredito Pensione

Il pensionato può modificare in ogni momento le coordinate per l'accredito della pensione.

Approfondisci

Riconoscimento danno biologico infortuni sul lavoro

Il danno biologico INAIL 2017 è un indennizzo riconosciuto ed erogato dall'Istituto al lavoratore che ha subito un infortunio sul lavoro o un danno...

Approfondisci

Riconoscimento danno biologico Malattia professionale

Indennizzo in rendita per la menomazione dell'integrità psicofisica (danno biologico) e per le sue conseguenze patrimoniali

Approfondisci

Riconoscimento equo indennizzo

L'equo indennizzo è un beneficio economico che spetta al dipendente civile e militare che abbia perso la propria integrità fisica per causa di...

Approfondisci

Riconoscimento affezioni da emoderivati

Il procedimento riguarda le domande presentate dai soggetti danneggiati residenti nelle Regioni a statuto speciale le cui funzioni per la...

Approfondisci

Richiesta integrazione rendita

È una prestazione prevista per il titolare di rendita diretta, per la quale non sia scaduto l’ultimo termine revisionale (10 anni per gli...

Approfondisci

Richiesta di cure termali

L’Inail rimborsa all’invalido e all’eventuale accompagnatore, le spese di viaggio di andata e ritorno per l’effettuazione delle cure e del...

Approfondisci

Richiesta assegno funerario

Coniuge o, in mancanza, figli, o in mancanza ascendenti, o in mancanza collaterali, se hanno i requisiti per fruire della rendita a superstite. In...

Approfondisci

Richiesta assegno di incollocabilità grandi invalidi

È una prestazione economica, erogata agli invalidi per infortunio o malattia professionale che si trovano nell’impossibilità di fruire...

Approfondisci

RED estero

Accertamento redditi di pensionati residenti all'estero

Approfondisci

Solleciti RED / ESTERO

L'INPS è tenuta, per obbligo di legge, alla verifica annuale delle situazioni reddituali dei pensionati incidenti sul diritto o sulla misura delle...

Approfondisci

Calcolo misura pensione (importo della pensione)

l criterio di calcolo della pensione varia a seconda dell'anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995. La pensione è...

Approfondisci

Calcolo decorrenza e misura pensione (date e importo della pensione)

l criterio di calcolo della pensione varia a seconda dell'anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995. La pensione è...

Approfondisci

Calcolo decorrenza e misura e previsione anni successivi

l criterio di calcolo della pensione varia a seconda dell'anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995. La pensione è...

Approfondisci

Calcolo supplemento pensione (importo del supplemento pensione)

La pensione supplementare è una prestazione economica liquidata, a domanda, al lavoratore che può far valere contribuzione accreditata...

Approfondisci

Denuncia di malattia professionale

La denuncia di malattia professionale è disponibile per lavoratori Industria, PA, Artigianato e Servizi

Approfondisci

Denuncia Infortunio

La denuncia/comunicazione di infortunio è l'adempimento al quale è tenuto il datore di lavoro nei confronti dell'Inail in caso di infortunio sul...

Approfondisci

Calcolo decorrenza pensione (date di accesso)

Per i lavoratori con un'anzianità contributiva inferiore a 18 anni al 31/12/1995 la pensione viene calcolata in parte secondo il sistema...

Approfondisci

PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

Agenzia delle Entrate
Inail
InfoCert
INPS
Poste Italiane
Ufficio Camerale