Cerca un Servizio

Calcolo supplemento pensione (importo del supplemento pensione)

Calcolo della pensione

La pensione viene calcolata a seconda dell'anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995. Nello specifico, la pensione è calcolata con il sistema di calcolo contributivo nel caso dei lavoratori privi di anzianità al 31/12/1995 (e per coloro che esercitano la facoltà di opzione al sistema di calcolo contributivo). I sistemi retributivo e misto continuano a convivere per i soggetti iscritti al 31/12/1995.

A partire dal 1° gennaio 2012, anche ai lavoratori in possesso di un'anzianità contributiva di almeno 18 anni al 31/12/1995 è applicato il sistema di calcolo contributivo sulla quota di pensione che corrisponde alle anzianità contributive maturate dal 1° gennaio 2012.

Il sistema contributivo: come funziona

La pensione è calcolata esclusivamente con il sistema di calcolo contributivo per

  • i lavoratori privi di anzianità contributiva al 1° gennaio 1996
  • i lavoratori che esercitano la facoltà di opzione al sistema di calcolo contributivo.

Perché possano esercitare la facoltà di opzione, i lavoratori devono necessariamente avere un'anzianità contributiva inferiore a 18 anni al 31/12/1995 e, al momento dell'opzione, devono far valere un'anzianità contributiva di almeno 15 anni (di cui 5 successivi al 1995).

Tale facoltà non può essere esercitata da chi ha maturato un'anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995.

Ai fini del calcolo si rende necessario:

  • individuare la retribuzione annua dei lavoratori dipendenti o i redditi conseguiti dai lavoratori autonomi o parasubordinati;
  • calcolare i contributi di ogni anno sulla base dell'aliquota di computo (33% per i dipendenti; 20% per gli autonomi; vigente anno per anno per gli iscritti alla gestione separata);
  • determinare il montante individuale che si ottiene sommando i contributi di ciascun anno opportunamente riconsiderati in base al tasso annuo di capitalizzazione derivante dalla variazione media quinquennale del PIL (prodotto interno lordo) determinata dall'Istat;
  • applicare al montante contributivo il coefficiente di trasformazione (che varia in funzione dell'età del lavoratore, al momento della pensione), come riportato nella tabella:

 

Coefficienti di trasformazione applicati dal 1° gennaio 2010

Età   Divisori    Coefficienti

57    22,627    4,419%

---         

 

Coefficienti di trasformazione in vigore dal 1° gennaio 2013

I divisori e i coefficienti di trasformazione, soggetti a revisione triennale, sono stati rideterminati a maggio 2012 nella misura riportata in tabella

 

Età    Divisori    Coefficienti

57     23,236     4,304%

---   

Il sistema retributivo: come funziona

Si applica alle anzianità contributive maturate fino al 31/12/2011 dai lavoratori con almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995.

La pensione è rapportata alla media delle retribuzioni (o redditi per i lavoratori autonomi) degli ultimi anni lavorativi e si basa su tre elementi:

  • l'anzianità contributiva: questa è data dal totale dei contributi (fino ad un massimo di 40 anni) che il lavoratore può far valere al momento del pensionamento e che sono stati accreditati sul suo conto assicurativo, a prescindere dal fatto che questi siano obbligatori, volontari, figurativi, riscattati o ricongiunti;
  • la retribuzione/reddito pensionabile: stabilita in base alla media delle retribuzioni o redditi percepiti negli ultimi anni di attività lavorativa, opportunamente rivalutate sulla base degli indici Istat fissati ogni anno;
  • l'aliquota di rendimento, è pari al 2% annuo della retribuzione/reddito percepiti entro il limite (per le pensioni con decorrenza nel 2012 di 44.161 euro annui) per poi decrescere per fasce di importo superiore. Questo significa che, se la retribuzione pensionabile non supera tale limite, con 35 anni di anzianità contributiva la pensione è pari al 70% della retribuzione, con 40 anni è pari all'80%.

L'importo della pensione con il sistema retributivo si compone di due quote:

  • Quota A: viene stabilita in base all'anzianità contributiva maturata al 31 dicembre 1992 e sulla media delle retribuzioni degli ultimi 5 anni, o più precisamente, delle 260 settimane di contribuzione che precedono la data di pensionamento per i lavoratori dipendenti, e dei 10 anni (520 settimane di contribuzione) che precedono la data di pensionamento per i lavoratori autonomi
  • Quota B: stabilita in base all'anzianità contributiva maturata dal 1° gennaio 1993 alla data di decorrenza della pensione e sulla media delle retribuzioni/redditi degli ultimi 10 anni per i lavoratori dipendenti e degli ultimi 15 anni per gli autonomi.

Il sistema misto: come funziona

Questo viene applicato ai lavoratori con meno di 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995 e, a partire dal 1° gennaio 2012, anche ai lavoratori che abbiano un'anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31 dicembre 1995.

Nel caso dei lavoratori con un'anzianità contributiva inferiore a 18 anni al 31/12/1995 la pensione viene calcolata in parte con il sistema retributivo - per l'anzianità maturata fino al 31 dicembre 1995 - e in parte con il sistema contributivo, per l'anzianità maturata dal 1° gennaio 1996.

Invece nel caso dei lavoratori con un'anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995, la pensione viene calcolata in parte secondo il sistema retributivo (per l'anzianità maturata fino al 31 dicembre 2011) secondo le modalità descritte  nel paragrafo relativo al sistema retributivo, e in parte con il sistema contributivo (per l'anzianità contributiva maturata dal 1° gennaio 2012).

Servizio non disponibile

Il servizio non è ancora disponibile su Patronato.com. Lasciate i vostri dati e sarete ricontattati quando sarà attivato.

Dati anagrafici

Nome
Cognome
Data di nascita
Sesso
Stato civile
Nazionalità
Comune di nascita
Codice Fiscale
Email
Prefisso cellulare
Cellulare

Indirizzo di residenza

Residenza
Comune di residenza
Frazione
CAP
Denominazione
Indirizzo
Civico

Servizi simili

Pensione ai superstiti

È una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei familiari del pensionato o lavoratore

Richiedi

NASpI - Indennità mensile di disoccupazione

La NASpI è l’indennità mensile di disoccupazione erogata su domanda dell’interessato in relazione ad eventi di disoccupazione involontaria

Richiedi

NASPI COM

NASpI COM il modulo per comunicare all’Inps tutte le variazioni utili al ricevimento del sostengo economico.

Richiedi

SPID con Riconoscimento

La soluzione che ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità...

Richiedi

Dimissioni Telematiche Volontarie

Tutti i lavoratori devono comunicare le proprie dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto lavorativo esclusivamente in modalità...

Richiedi

Richiesta ANF Assegno per il nucleo familiare (coniugato)

L'ANF è una forma di sostegno al reddito per quelle famiglie di lavoratori o pensionati da lavoro dipendente, i cui redditi sono inferiori a quelli...

Richiedi

Pensione di vecchiaia

È una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi, iscritti all’assicurazione generale obbligatoria...

Richiedi

Estratto Contributivo

L'estratto contributivo è il documento che elenca tutti i contributi (figurativi e da riscatto) versati all'INPS in favore del lavoratore

Richiedi

OBIS/M

L'OBIS M è il documento dove è possibile rilevare l'importo della pensione in pagamento ogni mese con le relative trattenute fiscali e sindacali.

Richiedi

CUD Pensionati

La Certificazione Unica è il documento del’INPS che certifica gli emolumenti corrisposti nell’anno d’imposta di riferimento al pensionato.

Richiedi

Pacchetto Finanziaria Pensionati

OBIS/M - Cud Pensionati - Tutti in un'unica richiesta

Richiedi

Presentazione Modello RED

Il Modello RED è la dichiarazione che deve essere presentata annualmente dai pensionati che usufruiscono di prestazioni legate al reddito.

Richiedi

Presentazione Dichiarazione INVCIV

INVCIV (ICRIC, ICLAV, ACCAS) è la dichiarazione annuale obbligatoria per gli invalidi civili e i titolari di assegno o pensione sociale

Richiedi

Assegno Ordinario di invalidità

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione economica in favore di coloro la cui capacità lavorativa è ridotta a meno di un terzo a...

Richiedi

PATRONATO.COM

CONSULENZE, PRATICHE E SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI

aicpa
anagrafe nazionale delle ricerche
ISO 9001-2015
ISO 27001
Tupls